Chemistry & Pharma

Arricchimenti con ossigeno di fermentatori

Molti processi impiegati nell’industria farmaceutica e biotecnologica richiedono l'apporto di ossigeno alle apparecchiature nelle quali essi avvengono: tipicamente le fermentazioni aerobiche, nelle quali i microrganismi inoculati sono messi nelle condizioni di produrre un principio attivo, sono alimentati con aria opportunamente trattata e sterilizzata al fine di fornire l’ossigeno necessario per mantenerne l'attività.

Il tasso di consumo di ossigeno varia durante il processo stesso fino a giungere ad un massimo corrispondente al raggiungimento della massima densità di popolazione microbica compatibile con le condizioni operative e la presenza di azoto, utilizzando aria, comporta un limite sia nella quantità di ossigeno trasferibile sia, conseguentemente nella massima quantità di microorganismi presenti e quindi nella produttività del processo. Inoltre possibili fenomeni di produzione di schiuma, collegati alla quantità di aria utilizzata,  comportano un ulteriore diminuzione dei volumi utili delle apparecchiature.

Queste problematiche possono essere affrontate e risolte tramite le tecnologie SOL di utilizzo dell’ossigeno puro; poichè le concentrazioni di saturazione in acqua dell’ossigeno puro sono circa 5 volte superiori rispetto all’ossigeno in aria, il suo utilizzo in surossigenazione della corrente di aria tramite le tecnologie e gli impianti della linea Ecojet®, permette di aumentare la produttività dei fermentatori. 

Secteurs d'application

SOL pour l'industrie
Hai bisogno di più informazioni?
Contattaci